Ponte nuovo: ulteriore istanza di dissequestro inviata dal Sindaco di Capua alla Procura per nuove più approfondite indagini.

Nei mesi scorsi la “Tecno In SPA” – società altamente qualificata con sede in San Donato Milanese – ha effettuato sul ponte nuovo 4 prove a carotaggio continuo, della profondità di 30 metri, volte ad accertare sia la profondità di imposta delle fondazioni delle pile e delle spalle, sia la stratigrafia e la meccanica dei terreni, come prescrive la più recente normativa in materia. I risultati di queste indagini, consegnati al Comune ad inizio anno, hanno segnalato che la spalla in sinistra idraulica del ponte sembra avere una profondità inferiore alle altre strutture portanti, tutte intorno ai 26 metri. Alla luce di questo dato il progettista, nonché direttore dei lavori, ing. Saturnino Augusto Di Benedetto, ha evidenziato la necessità di ulteriori indagini per sondare, ad una maggiore più congrua profondità, sia il sistema fondale della spalla in sinistra idraulica che le caratteristiche del terreno circostante. In particolare, come si evince dalla relazione del direttore dei lavori, sono necessari: un sondaggio a carotaggio continuo in corrispondenza della fondazione della spalla in sinistra idraulica teso ad accertare definitivamente la profondità di imposta della detta fondazione; sondaggio con SPT in foro sulla sponda in sinistra idraulica della profondità di 40m, teso ad accertare le caratteristiche meccaniche del terreno; due prove DPSH sulla sponda in destra e sinistra idraulica della profondità di 30m e 40m. La prima prova va eseguita da un area sottoposta a sequestro. Il Sindaco ha pertanto presentato al Procuratore della Repubblica del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere una nuova richiesta di eliminazione temporanea del vincolo cautelare per la durata di 15 giorni. Secondo l’assessore ai lavori pubblici Luigi Di Monaco “Solo quando saranno effettuate queste indagini più approfondite i progettisti potranno aggiornare le scelte progettuali e concordare con la Regione Campania – che ha già finanziato due lotti di lavori per la messa in sicurezza del ponte per un importo di circa un milione e 200 mila euro – una nuova programmazione e un nuovo quadro economico dei lavori da realizzare. Purtroppo stiamo scontando le carenze e i limiti che hanno caratterizzato l’impostazione di questo intervento fin dalla sua prima programmazione, che risale all’anno 2010 (vedi gli articoli pubblicato su questo blog a dicembre del 2019 e a marzo 2020 – ndr). Limiti, ritardi e carenze che hanno poi determinato il sequestro del cantiere da parte della Magistratura. In questo primo anno e mezzo di amministrazione, nonostante le difficoltà intervenute con i continui lockdown legati alla pandemia – purtroppo ancora in atto – siamo riusciti a recuperare finanziamenti per oltre un milione di euro, ad ottenere dalla Regione Campania l’autorizzazione ad utilizzare una parte dei fondi destinati agli imprevisti per eseguire i sondaggi sulla struttura – chiesti dai consulenti della Procura della Repubblica di Santa Maria – e a rafforzare le competenze necessarie per l’ulteriore progettazione, scegliendo quale consulente scientifico il professor Contalto del Politecnico di Napoli . Al momento è difficile prevedere i tempi precisi per la messa in sicurezza, anche se, come dicevo, i sondaggi sono stati eseguiti utilizzando i fondi del primo lotto e quindi, di fatto avviando formalmente i lavori nei tempi richiesti dalla Regione per non perdere il finanziamento. Ora, ovviamente, è difficile poter fare una previsione attendibile per la riapertura del ponte. E’ chiaro che tutto è legato sia ai tempi della definitiva revisione progettuale – che sarà fatta solo alla luce dei risultati dei prossimi ulteriori sondaggi – sia ai tempi necessari per il dissequestro definitivo del cantiere. Posso però garantire che l’Amministrazione Comunale ha seguito e continua a gestire la vicenda con grande determinazione e cura, consapevole che la riapertura del ponte nuovo è una priorità per la nostra città”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...