Cercasi ministro e urlatori di “onestà onestà”

Il Ministero della Giustizia, dopo una ricerca di mercato, ha individuato l’immobile che dovrà ospitare gli uffici giudiziari penali di Bari. Si tratta di un immobile acquistato pochi mesi fa, guarda caso, da un imprenditore, tal Giuseppe Settanni, che, come denuncia La Repubblica, non solo è amico del più noto Gianpaolo Tarantini (ormai reso famoso dal film di Sorrentino su Berlusconi “Loro”) ma che è sospettato, nell’ambito di una indagine della stessa procura di Bari, di aver “prestato” centinaia di migliaia di euro al cassiere del clan mafioso Parisi.  Intanto alla Camera dei deputati arriva in aula il primo Decreto Legge disposto dal governo lega cinque stelle. E’ quello che dispone il trasferimento del Palazzo di Giustizia di Bari. Le opposizioni chiedono spiegazioni su questo punto. Il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, dei 5 stelle, è assente. Le spiegazioni non arrivano il PD  chiede la sospensione dell’esame del decreto legge fino a quando il ministro non fornirà le spiegazioni dovute. Richiesta respinta. Dai banchi della Camera si alza il grido “onestà onestà”. Piazza Montecitorio è deserta. Quelli che nel corso della passata legislatura la riempivano per urlare a squarciagola “onestà, onestà” non ci sono. Tacciono anche sulla rete. Sono solo distratti o, con il governo gialloverde in carica, sono diventati gli ex paladini dell’onestà?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...