la lucidità di Napolitano e la dignità di Cuperlo

Oggi voglio rinunciare a dire la mia per segnalare due interviste molto interessanti che aprono uno squarcio di luce nel buio dello squallore di questa campagna elettorale.Mi riferisco all’intervista rilasciata da Giorgio Napolitano al Corriere della Sera e a quella di Gianni Cuperlo alla repubblica. Di entrambe riporto i passaggi che ritengo più significativi.

Giorgio Napolitano interviene sul governo del presidente, sui candidati premier, i programmi elettorali e  la prospettiva europea. Ecco una sintesi delle opinioni che esprime:

1- “Quando la politica non riesce a dare soluzione a una crisi, il compito del capo dello Stato si fa sempre più difficile, ma sempre dentro il dettato e la prassi costituzionale.” … “Ha un vincolo, e uno solo: dare l’incarico a chi mostri di poter ottenere la fiducia di una maggioranza. Poi decide il Parlamento e quel che nasce è sempre un governo politico”.

2- “Da quando in una legge elettorale è comparsa l’identificazione del capo del partito e  della coalizione si è lasciato credere che il presidente del Consiglio sia eletto dal popolo invece che dal Parlamento, e tale ambiguità viene alimentata nell’opinione pubblica anche in questa campagna” …  ” E’ una totale mistificazione”.

3- “Siè nel complesso diffusa un’enorme cortina fumogena. I programmi che i partiti hanno delineato sono in larga misura indeterminati e inattendivbili e comunque non sono veri e propri programmi elettorali che per definizione dovrebbero avere un respiro di medio termine, cioè l’arco di una legislatra” … ” ci si impegna contemporaneamente a tagli di tasse e ad aumenti di spesa, con quantificazioni risibili dei costi, senza chiarire le risorse di bilancio cui si inenderebbe attingere. E non vedo nessuna presa di distanza da questa corsa demagogica che coinvlge un po tutti.”

4- Non basta davero la gentile concessione che, per adesso, non si farà un referendum per uscire dall’Europa, qundo da certe parti il discorso continua ad essere intessuto di rozze provocazioni, come l’incitamento a violare le regole di bilancio europee, oppure di continui passi avanti e passi indietro, di programmi in cui si afferma e poi si nega, Ogni oscillazione sul cammino di una maggiore integrazione europea, ora rilanciata da Macron, va nella direzione opposta all’interesse nazionale perchè l’unico orizzonte di crescita e progresso dell’Italia è l’Europa. Un programma per l’Europa, indubbiamente rigoroso e circostanziato, risulta quello che caratterizza la lista + Europa presentata da Emma Bonino, anche in autonomia rispetto alla coalizione di cui fa parte. In generale, è bene che all’interno dei maggiori raggruppamenti si esprima una offerta elettorale differenziata, tale da evitare il rischio più grave, cioè, come ha detto il presidente Mattarella, che gli elettori se ne stiano a casa e per qualsiasi motivo non vadano a votare.”

Gianni Cuperlo su Repubblica ha chiarito le ragioni per le quali ha rinunciato a candidarsi :

cuperlo

“Puoi non credermi, ma non mi candido per rispetto dei militanti di una realtà che ha una storia. Ho scoperto di esere candidato a Sassuolo alle tre del mattino e soprattuto di non essere l’unica figura proposta all’esterno. Ho capito che quella scelta non era stata discussa con i circoli di lassù e siccome credo di sapere cosa sia il radicamento in una comunità penso che debbano essere quei compagni e quel territorio a esprimersi. Detto ciò, farò campagna elettorale lo stesso con tutta la passione che ho, chiedendo il voto per il PD e la ua coalizione”.

Dai contenuti di queste interviste si dovrà ripartitre dopo il voto per rialzare le macerie della politica italiana.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...